bot_teca
bot_astro
bot_contact
 
           
           

 

 

Ludmila Kazinkina nasce nel 1975 a Kaluga, dove frequenta la Scuola d'Arte.Si trasferisce prima a Mosca e poi in Italia, risiedendo in diverse città. Attualmente vive e lavora tra Parma e Kaluga. Ha preso parte a numerose esposizioni personali e collettive, tra le quali Baba Yaga (Reggio Emilia, 2009), Golem (Parma, 2009), Eat me (Parma, 2010), Vedma (Milano, 2010), Solaris (Kaluga e Tarusa, 2010), Mirroring Margarita (Berlino, 2011), You'll be traveling incognito (Woolloomooloo, 2011), Mondi paralleli (Mosca, 2011), Trasparenza (Parma, 2011), Picks (Milano, 2011-2012), Wild women (Reggio Emilia, 2012), Gli abissi della femminilità (Singapore, 2012) e The Abysess of Femmininity (Pechino, 2013), partecipando alla 54. Biennale di Venezia, Padiglione Italia, Regione Emilia Romagna (Parma, 2011) e a diverse fiere d’arte, tra cui Art Stage (Singapore, 2013). È presente al Copelouzos Family Art Museum di Atene (Grecia) con l’opera Controcorrente (2010). Un suo dipinto (Untitled, 2012) è stato, inoltre, donato alla Pistorio Foundation, in occasione del quinto anniversario della sede di Singapore.