bot_teca
bot_contact
 
Pramantha è Charlie

Gli occhi sulla Cometa C/2014 Q2 Lovejoy in onore dei compagni di Charlie Hebdo
12 gennaio 2014. Osservazione astronomica dalle ore 19.30 alle ore 22.30 dal piazzale Pramantha in Vico XIV Garibaldi, n. 85 - Conflenti (CZ)

Una paradossale associazione colpisce il nostro immaginario in queste ore di sconcerto e rabbia a seguito della strage terroristica che vigliaccamente ha colpito la redazione di Charles Hebdo a Parigi, ad opera di fondamentalisti islamici che hanno spazzato via a colpi di kalashnikov giornalisti, vignettisti e operatori, persone armate solo della loro libertà, intelligenza, creatività, ironia, integrità, del loro spirito critico e della voglia di difendere la libera espressione. Insomma, pericolosi criminali agli occhi di mentecatti teocratici, accecati da pericolose fantasie e loro stessi armi letali in mano a menti ignobili.

La nostra libera associazione mette insieme più termini: la Francia, il libero pensiero, il fanatismo religioso, il passaggio di una Cometa. Nel lontano 1680, infatti, il passaggio di una cometa mise in subbuglio l'Europa facendo emergere tutta la grettezza mentale e morale dei più, che attribuivano all'evento valore di castigo divino contro gli atei e i non credenti, presagio di malaugurio e fatti funesti. Quella fu occasione per Pierre Bayle - impressionato dalla malefica superstizione del popolo - di elaborare una riflessione rigorosa sul tema, da cui nacque Pensieri diversi sulla Cometa (1682), in cui Bayle per la prima volta operava una critica radicale della religione, dimostrando l'infondatezza di quella attenuante utilitaristica che anche i libertini concedevano alla religione quale strumento di ordine sociale e politico. In quel testo, anzi, ragionamento dopo ragionamento, Bayle svelò come - a rigor di evidenza - una società umana e giusta possa prodursi proprio nell'orizzonte di un ateismo virtuoso, l'unico che contempla alla base dell'azione umana il buon senso.

Oggi, a distanza di oltre tre secoli, il nostro 2015, accompagnato da un nuova Cometa, inaugura il suo corso con un atto di vergognosa barbarie. Nel cuore della nostra Europa, nella Francia di Bayle. Un atto che ci mette di fronte a una involuzione culturale che sta riportando le nostre società nel più buio dei medioevi teocratici.

Questa sera Pramantha manifesta la sua rabbia in nome di quei valori di libertà per cui i compagni di Charlie Hebdo hanno gloriosamente vissuto e combattuto, con una pubblica osservazione della Cometa Lovejoy e con la consapevolezza di assistere ad un fantastico fenomeno astronomico che ci ricorda chi siamo, dove siamo, da dove veniamo e anche in che modo potremmo vivere se solo il buon senso, la conoscenza e la bellezza spazzassero via una volta per tutte la superstizione, la sottomissione e l'abbrutimento.

P .S.
Se qualcuno si sente offeso per la vignetta del manifesto che urta la sua sensibilità, noi lo comprendiamo. Si tratta di un punto sensibile e altamente sollecitato da tutte le fregature che si sono presi o che hanno dato. Che lo stesso trattamento venga riservato anche alla Trinità , è francamente insopportabile (Lidia Mazzola & Pramantha).

Info:
AstroPramantha
astro@pramantha.com
+39 339 5028498