bot_teca
bot_contact
 
 
L'Astronomia per la Scuola 2018/2019 - Scarica il PDF
 
   
 

L'Astronomia per la Scuola
Animale Spirituale. Totem e Tabù - Le stelle all'origine della civiltà

Proposta di attività didattica astronomica
per l'anno scolastico 2018/2019



L'associazione Pramantha - attraverso l'impiego di professionalità e strumenti specializzati - si occupa di didattica astronomica, da svolgere nelle sedi scolastiche di tutta Italia, con una impostazione modulare e interdisciplinare che coinvolge anche l'ambito umanistico.

La storia della civiltà e della conoscenza umana è indissolubilmente legata al rapporto con gli astri, alla vista del cielo stellato. Difronte al cielo l'uomo rivive la sua essenza atavica: stupore, meraviglia, mistero, interrogazione. Da qui iniziano le narrazioni mitiche e misteriche del mondo; da qui sorge la domanda filosofica che poi si tramuta in domanda scientifica; da qui l'uomo entra in contatto con il riflesso della sua essenza e con l'anima segreta delle cose. Da qui l'uomo dà origine alla sua avventura estetica e conoscitiva che ne svela i connotati di animale spirituale. E in un percorso fatto di costruzione di simboli e di profanazioni di tabù, negli ultimi due secoli la curiosità umana è riuscita a svelare molto di quel che la natura ci teneva nascosto: la struttura dello spazio-tempo, la composizione della materia, le molte forme di energia, le origini dell'universo, la natura della vita stessa grazie alla scoperta del DNA e, solo pochi anni fa, il completamento della mappatura del genoma umano.

Scienziati e artisti hanno in comune la ricerca della verità e sanno che le verità di oggi sono le ipotesi confutate o le opere artistiche dimenticate di domani. La ricerca della verità che accomuna l'arte e la scienza ha il medesimo punto di origine: la contemplazione del cielo stellato.
Guardando alla vastità del cosmo l'uomo si è interrogato sulla natura, e da questi interrogativi ha sviluppato le sue attività creative.

Tra tutte le attività umane, la musica spicca sia per la sua ubiquità che per la sua antichità. Nessuna società umana di oggi o del passato è mai stata priva di musica. Ogni volta che gli esseri umani si riuniscono, per qualsiasi motivo, c'è anche la musica. Nelle società non industrializzate più ancora che nelle società moderne, la musica era parte inscindibile della vita quotidiana. Nella maggior parte del mondo e per la maggior parte della storia umana, fare musica era un'attività naturale come respirare e tutti vi partecipavano.

L'evoluzione culturale propria di ogni singola società porta la stessa, ad un certo punto della sua specifica storia, a dividere l'espressione artistica musicale e visiva in chi la pratica e chi invece passivamente la fruisce. Il coro giambico dionisiaco greco -popolare, relazionale e inclusivo- diventa nel IV secolo a.C. tragedia greca così come nel XX secolo d.C. i cori afroamericani diventano in America musica gospel e jazz.

Si rompe quell'equilibrio e quella partecipazione che già Pitagora poneva a fondamento dell'esistente, e che la teoria delle stringhe pone all'origine del tutto.

Ricomporre l'armonia dei saperi, recuperare la base fondante musicale di ogni narrazione è l'intenzione principale dell'associazione Pramantha che presenta per questo anno scolastico attività rinnovate e nuove proposte articolate in 12 Moduli:

• Il Planetario (1 modulo);
• Le osservazioni astronomiche (4 moduli);
• Gli orologi solari (2 moduli);
• Le Conferenze (5 Moduli).

Fatta eccezione per 2 moduli (Orologio solare orizzontale, Orologio solare verticale), prettamente osservativi e laboratoriali, negli altri 10 moduli la didattica scientifica può coniugarsi, se espressamente richiesto, con modalità innovative: letture, recitazione, musica dal vivo.
L'obiettivo è proporre al pubblico giovanile tematiche complesse quanto suggestive, attraverso l'uso di linguaggi diversi: quello recitativo teatrale, ma soprattutto quello musicale che più di ogni altro si accorda con il vissuto emotivo proprio dei ragazzi.

L'Astronomia per la Scuola 2018/2019 - Scarica il PDF