bot_astro
bot_contact
 
   
 
TV News
 
 
LIBERTÀ È CULTURA
Momenti per la XIV Settimana della Cultura
produzione Gianfranca Bevilacqua
regia Maria Rosaria Gallo

23 Aprile - Liceo Classico Francesco Fiorentino - Lamezia Terme
ore 10.30 -Pramantha presenta la Casa editrice Cronopio
Il Libro: macchina del potere pensante
intervengono Maurizio Zanardi (Cronopio) e Gaetano Pucci (Liceo Classico Fiorentino)
introduce Maria Rosaria Gallo
modera Ketty Riolo


Maurizio Zanardi (Filosofo, Docente, Scrittore, tra i fondatori della Casa Editrice indipendente Cronopio) incontra gli studenti del Liceo Classico F. Fiorentino di Lamezia Terme.

Nata nel 1990, la casa editrice Cronopio pubblica testi di filosofia, letteratura, politica,  psicoanalisi, architettura e arte. Forte del suo sguardo tagliente sull'attualità e sul mondo, e di una concezione del libro inteso come macchina per pensare, vanta ormai una posizione consolidata sul mercato editoriale nazionale. Il nome le viene da una delle più celebri invenzioni dello scrittore Julio Cortázar.

Il suo catalogo annovera quasi duecento titoli. Ha lanciato in Italia filosofi francesi come Jean-Luc Nancy ed Alain Badiou, scrittori come lo spagnolo Millás e l'irlandese Hugo Hamilton. Tra i suoi autori italiani e stranieri: Bruno Forte, Tommaso Pincio, Antonio Pizzuto, Mario Pomilio, Angelo Maria Ripellino, Hannah Arendt, Ingeborg Bachmann, Georges Bataille, Maurice Blanchot, Jeremy Bentham, Gilles Deleuze, Jacques Derrida, Michel Foucault, Félix Guattari, Emmanuel Lévinas, Jacques Rancière, Nathalie Sarraute, Laurence Sterne, Gabriel Tarde, Peter Weiss e molti altri.

"Cronopio - dice Zanardi - nasce come casa editrice che tenta di ospitare e promuovere un pensiero, una scrittura, una lingua dell'attualità. Forse, attualità non è neanche il termine giusto. Per pensare e dire ciò che accade bisogna, infatti, spesso essere inattuali e navigare controcorrente".

Il libro: macchina del potere pensante è il titolo scelto per sintetizzare il tema e il messaggio di un incontro che - nell'attività di Maurizio Zanardi e della Cronpio - è testimonianza di un pensiero critico che si traduce in pratica di vita. Sullo sfondo l'importanza dell'approccio consapevole alla lettura e alle proposte editoriali, al riecheggiare del monito Sapere Aude!. Aprire interrogativi - per quanto scomodi - più che somministrare risposte è il compito del libro, inteso come strumento di conoscenza.

In questo solco, l'occasione è stata preziosa per introdurre l'ultimo libro collettaneo di Maurizio Zanardi La Democrazia in Italia, Cronopio 2011. Un insieme di saggi che, a partire dalla difficile situazione italiana, pongono domande sulla natura e sul destino della democrazia.